Sarteano: l'ultimo paradiso d'Italia

Su una proprietà di circa 70 ettari, casale rustico composto da due corpi. Il primo presenta al piano terra un salone doppio con camino, una sala da pranzo, una grande cucina e una camera-soggiorno a due letti con bagno. Al piano superiore si trovano 5 camere da letto, ognuna con il suo bagno di cui: una matrimoniale con grande camino, una con due letti ad una piazza e mezza con stufa, due con due letti separati e una con un letto matrimoniale più uno singolo. Totale 13/15 posti letto. Il secondo corpo, più piccolo, è composto da un salone con grande camino, con angolo pranzo, due camere da letto (una matrimoniale ed una a due letti), ognuna con il proprio bagno, più una camera di servizio con bagno. Totale 5 posti letto.

Sarteano sorge su un sito archeologico etrusco. Numerosi scavi stanno portando alla luce importanti ritrovamenti. Di recente, nella necropoli detta delle Pianacce, è stata scoperta una bellissima tomba affrescata detta "Tomba della quadriga infernale", considerata una delle più belle sepolture etrusche mai rinvenute.

Un importante castello medioevale domina il paese, le cui chiese racchiudono preziosi tesori, tra cui un'Annunciazione del Beccafumi. Stupendi sono anche i dintorni: a pochi chilometri troviamo Radicofani, con la sua torre medioevale, dalla quale si domina un panorama di incomparabile bellezza, teatro di una cruenta battaglia fra guelfi e ghibellini e roccaforte del brigante Ghino di Tacco, il quale dominava la vallata da quella postazione, allo scopo di depredare le carovane di pellegrini che percorrevano la via Francigena, per recarsi in Terrasanta.

Nel centro del paese si possono ammirare invece quattro stupende pale d'altare di Andrea Della Robbia , di eccezionale dimensioni e conservate in una chiesa del 1100. Ancora, a soli 6 chilometri da Sarteano troviamo Cetona e poi l'antichissima Chiusi, Montepulciano, con lo stupendo S. Biagio, Pienza, città ideale del Rinascimento, voluta da papa Piccolomini, Bagnovignoni, incantevole paesino medioevale sorto intorno ad una enorme vasca termale, dove anche S. Francesco e S. Chiara venivano a bagnarsi.

La tradizione termale continua oggi nel nuovo Hotel Adler.
Vicino a Sarteano troviamo anche l'incantevole San Casciano, con le attrezzatissime Terme di Fonteverde. Da Sarteano, inoltre si raggiunge facilmente Siena, la città delle contrade, dove ogni anno si disputa il Palio, uno spettacolo unico al mondo. Anche Sarteano ha il suo Palio a cavallo, che si tiene ad agosto, per la festa dell'Assunta , a continuazione di un'antica tradizione medioevale. Per l'occasione, la popolazione indossa antichi costumi.

La cucina è tipicamente toscana, quindi semplice e sana. Ottima e di altissima qualità la produzione locale di olio extravergine di oliva.
Di fronte al casale si trova l'Abbazia di Spineta, sorta su un antico convento dell'anno mille, perfettamente restaurato, abitato stabilmente dai proprietari, che lo hanno trasformato in un importante polo culturale: vi si svolgono infatti mostre, convegni, conferenze, concerti e spettacoli.

Informazioni utili
Sarteano si raggiunge facilmente da Roma, percorrendo l'autostrada del Sole in direzione Firenze; si esce poi al casello di Chiusi-Chianciano e poi, subito a sinistra seguendo l'indicazione, in circa 15 minuti si raggiunge il paese.
A Chiusi c'è un comodo scalo ferroviario.
L'aeroporto più vicino può essere Pisa o Firenze, ma è sicuramente meglio partire in macchina da Roma.